Cover up

Negli ultimi tempi sono sempre più frequenti le richieste di cover up.

In continuo aumento sono le persone che richiedono un intervento sul loro tatuaggio e i motivi sono molteplici.

Si va dal tatuaggio di vecchia data, ormai sbiadito, con linee ingrossate o rese incomprensibili dal tempo, a tatuaggi più recenti di cui ci si è pentiti.

Fortunatamente negli ultimi anni sta perdendo il primato la cover di tattoo che riporta il nome di fidanzati e/ o mariti/ mogli. Questo perché col passare del tempo si sta perdendo l’abitudine di imprimersi per sempre sulla pelle un nome; piuttosto vengono favoriti simboli, disegni o frasi che rimandano alla persona specifica.

Ad oggi vengono coperti anche tatuaggi esteticamente brutti o tecnicamente sbagliati. Questo fenomeno è il risultato dell’aumento della concorrenza nella professione quindi la gente, avendo più scelta, non si accontenta di quello che ha ma preferisce migliorarsi, facendolo continuamente.

Negli ultimi anni sono migliorate le tecniche e i materiali utilizzati ( come gli inchiostri) a tal punto da riuscire ad ottenere risultati sempre ( o quasi) perfetti, precisi e minuziosi. Per questo i “ proprietari” in possesso di vecchi tattoo tendenti al blu o al verde e/ o con linee ingrossate che lo rendono incomprensibile, pretendono che quest’ultimo riprenda vita e venga trasformato in quei capolavori che i nuovi materiali consentono di fare.

Quel che c’è da sottolineare è che quando ci si reca presso uno studio per richiedere una cover, bisogna essere consapevoli che il proprio tattoo si andrà ad ingrandire per permettere un’ ottima riuscita del lavoro.

E RICORDATE! Meglio non coprire un tattoo e lasciare un pezzo di vita invecchiato su di voi, piuttosto che decidere di coprirlo senza criteri e ritrovarsi con un lavoro svolto male, che non copre e che, per giunta, attira inevitabilmente su di esso l’attenzione di tutti.